Turismo

Cosa vedere a Garbagnate Milanese

Il paese accoglie dall'Aprile 1999 la Mostra permanente della Vita Contadina e delle Fornaci in alcuni locali ristrutturati della Cascina Siolo; i visitatori potranno osservare gli attrezzi e i materiali che caratterizzavano la vita contadina di tutto l'Alto Milanese tra l'Ottocento e il Novecento.

Dunque il passato vive attraverso questi oggetti, che vengono disposti nello spazio fisico in cui probabilmente un tempo erano collocati.

La Corte Nobili, nonché secondo molti il monumento cittadino più interessante a livello architettonico, fu costruito tra il Cinquecento e il Seicento presumibilmente per volere di un Visconti ed è attualmente formato da  sette arcate in pietra su graziose colonne doriche; ceduto a diverse famiglie locali, divenne proprietà del Comune.

Al centro di Piazza della Corte ammirerete una fontana, eretta come ringraziamento da parte della comunità per la fine della pestilenza che colpì il posto agli inizi del Settecento.

Il Santuario della Beata Vergine Maria del Rosario (ex Chiesa parrocchiale) ha l'onore di accogliere un antico altare settecentesco con due statue di Angeli, una statua in legno raffigurante la Madonna e un affresco del pittore Tagliaferri.

Come anticipatamente detto, il paesino regala gran parte dell'estensione del proprio territorio a parchi e giardini, che consigliamo vivamente di visitare a tutti gli amanti della natura e delle passeggiate all'aria aperta. Nei vostri momenti di pausa date libero sfogo alla vostra golosità con i piatti tipici della cucina lombarda: dai primi piatti (risotti e minestroni) ai secondi (cotolette, scaloppine e la cosiddetta cassoeula a base di carne di maiale).